Come scegliere e applicare il fondotinta

Cara Delevingne, fondotintaIl fondotinta è il cosmetico da cui dipende la riuscita di tutto il trucco. E’ infatti con il fondotinta che creiamo la base su cui lavorare poi con tutti gli altri prodotti e con i colori. Ecco alcune informazioni utili per scegliere e applicare il fondotinta al meglio.

Il fondotinta può essere liquido, in crema, a base oleosa, solido, in stick, in mousse e in polvere libera o pressata. Il fondotinta con la resa migliore è sicuramente quello liquido; quello in crema è particolarmente adatto alle pelli secche o segnate da rughe. I fondotinta compatti o in stick in genere hanno una coprenza maggiore rispetto al liquido, mentre quelli in polvere sono particolarmente apprezzati in estate soprattutto da chi ha la pelle grassa.
Un buon fondotinta deve riuscire ad uniformare l’incarnato rimanendo comunque trasparente per  donare alla pelle un aspetto sano e vitale, senza appiattirla con un effetto mascherone. Inoltre può avere una funzione protettiva dai raggi ultravioletti, dai batteri e dallo sporco.
Per quanto riguarda la scelta del colore bisogna fare molta attenzione e scegliere un tono il più simile possibile a quello della pelle del collo. I toni possibili son tre: il beige (quello più neutro), il rosato e il giallo. Anche se avete il viso più rosato o beige rispetto al collo, preferite comunque un tono più vicino a quello del collo. Uno stacco tra fondotinta e colore del collo renderebbe il trucco poco naturale e fondamentalmente sbagliato. Contrariamente ad altri prodotti di make-up, il fondotinta non deve vedersi, deve fare il suo lavoro in maniera impeccabile ma discreta. Se siete pallidine, come accade anche a me specie in inverno,  non cedete alla tentazione  di scurire  o scaldare il viso con il fondotinta. Il compito di colorare, scaldare e scolpire è esclusivamente delle terre abbronzanti e dei fard.
Anche l’applicazione del fondotinta è importante. Spesso mi capita di vedere popolarissime make-up artists che nei loro video tutorial su  YouTube si spalmano il fondotinta muovendo le mani con forza in tutte le direzioni, con movimenti circolari e forti pressioni sulla pelle. Questo è sbagliato. La pelle del viso deve essere toccata e accarezzata con cura, leggerezza e massima delicatezza, sia quando applichiamo il trucco, sia quando lo rimuoviamo.
Per l’applicazione del fondotinta, personalmente preferisco usare la spugnetta, con la quale tampono con leggerezza piccole quantità di prodotto su tutto il viso. Se preferite applicarlo con le mani, provate a mettere piccole quantità di fondotinta su cinque punti del viso: fronte, guance, naso e mento. Quindi spalmatelo con movimenti leggeri e delicati che partono dai lati del naso e vanno verso l’esterno, fino alle orecchie; dal centro della fronte sempre verso l’esterno in tutte le direzioni; dalla base del naso verso la punta; e dal centro del mento verso l’esterno in tutte le direzioni. I movimenti devono essere leggeri e vanno solo e sempre verso l’esterno; mai avanti e indietro  o in modo circolare.
Se invece ricercate un effetto più coprente potete usare un pennello. Di pennelli per il fondotinta ce ne sono parecchi: la lingua di gatto e il flat kabuki sono i miei preferiti.
Perché il trucco in generale risulti ben fatto, è sempre meglio non esagerare con la quantità di fondotinta. Se avete imperfezioni da coprire, potete usare un correttore (o anche un fondotinta dalla consistenza più densa rispetto a quello che usate per tutto il viso), solo sulle zone da correggere, in modo da non appesantire l’aspetto generale del trucco. Per le correzioni, basta applicare una piccola quantità di correttore sull’imperfezione e picchiettarla leggermente con il dito almeno 5 o 6 volte cercando allo stesso tempo di amalgamarla bene con la base, usando dei piccoli movimenti circolari. Lo scopo è quello di non avere uno stacco di colore tra la base e la zona coperta con il correttore.
Se necessario, fissate il fondotinta con un leggero velo di cipria. La cipria non deve necessariamente essere usata su tutto il viso. Va benissimo anche usarla solo dove serve, sulle zone che tendono a lucidarsi per esempio o anche solo per fissare il ritocco di un’imperfezione. E’ sempre buona regola aspettare un paio di minuti che il fondotinta si sia asciugato prima di applicare la cipria per evitare che la polvere si impasti con il fondotinta.
Queste sono solo alcune linee guida di base per l’uso del fondotinta. In realta’ si potrebbe parlare per ore di questo prodotto fantastico, e approfondire vari aspetti come per esempio la scelta della texture a seconda del tipo di pelle e della stagione. Lo faro’ sicuramente piu’ avanti.

Qual è il vostro fondotinta preferito? Come preferite applicarlo? Trovate facilmente il colore perfetto per il vostro tono di pelle?

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Risolvi: *