Cosa è il Paraffinum Liquidum?

Il mineral oil fa male?

 

In rete vedo spesso blog, forum di discussione e purtroppo anche siti di piccole aziende eco-bio, dove alcune sostanze, largamente usate nei cosmetici (anche in quelli di alta gamma), ma anche nei farmaci, vengono messe in croce e accusate di terribili misfatti. Sembra che qualcuno voglia diffondere la paura nei confronti dei cosmetici tradizionali, e l’ assurda teoria complottista che le grandi case cosmetiche e farmaceutiche, con la complicità di tutti gli organi di controllo del settore, non abbiano a cuore il benessere dei propri clienti. Internet, si sa, è un luogo democratico dove chiunque può esprimere un’opinione. Credo però sia profondamente sbagliato e per niente onesto da parte di queste persone, novelle Wanna Marchi, diffondere false informazioni che hanno l’effetto di spaventare i lettori più giovani e meno informati, al solo scopo di trarne dei vantaggi personali.
Una di queste sostanze incriminate è la paraffina e ve ne voglio parlare.

La paraffina in campo cosmetico è chiamata Paraffinum Liquidum o Mineral Oil. Io qui la chiamerò nell’uno e nell’altro modo.

Il Mineral Oil è uno degli ingredienti cosmetici più sicuri che si conoscono. E’ eccellente nel formare sottili strati protettivi che fungono da barriera per la pelle ed è stata proprio questa caratteristica a renderlo così interessante nella ricerca cosmetica e farmacologica. Se la pelle è secca, molto probabilmente è perchè i suoi strati più superficiali lasciano disperdere l’idratazione. Il Mineral Oil gioca il ruolo fondamentale di inibire la perdita di acqua transepidermica, creando un sottile film-lipidico sulla superficie della pelle, che ostacola la perdita di acqua senza occludere i pori. Possiamo quindi affermare che il Mineral Oil, sia da solo, sia in formulazione con altri ingredienti, è un elemento fondamentale nel trattamento della pelle in generale, e di quella secca in particolare.
Studi dimostrano che il Mineral Oil e gli oli vegetali hanno lo stesso potenziale occlusivo, ma il Mineral Oil è più stabile, non è irritante, e, grazie all‘eccellente inerzia chimica, riduce la probabilità di intolleranze cutanee. Difatti la paraffina è anche utilizzata nel trattamento di patologie cutanee come la dermatite atopica.

Sul mercato sono largamente presenti paste protettive e oli per bambini che contengono Paraffinum Liquidum. Questo ingrediente viene spesso rifiutato perché è un olio di origine minerale. Ma finché la sua purezza resta elevata, il Paraffinum Liquidum è un ingrediente molto apprezzabile in virtù della sua già citata stabilità, consistenza, funzione barriera e costo. È praticamente impossibile ottenere un ingrediente simile con caratteristiche superiori.

‪Il Mineral Oil gode di una cattiva fama anche perché è un prodotto petrolchimico, e petrolchimico è sinonimo di nemico dell’ambiente.
Di fatto l’industria petrolifera si basa su risorse non rinnovabili ed è effettivamente la causa principale del riscaldamento globale.
Il Mineral Oil usato per l’industria cosmetica, ha certamente un ruolo nel danno che l’industria petrolifera sta causando al pianeta.    ‪L’unica controargomentazione è che l’ utilizzo di prodotti petrolchimici da parte del settore della cura personale, è una frazione microscopica rispetto ad altri settori, in particolare quello dei trasporti.    ‪Se si guida una macchina, si sta già finanziando l’industria petrolchimica direttamente, molto più che con l’acquisto di prodotti cosmetici.
Ma rimane il fatto che il Mineral Oil non è sicuramente un materiale verde.

Ci sono molte altre obiezioni riguardo a questa sostanza.  ‪Spesso i rappresentanti delle case cosmetiche naturali  fanno delle critiche al Mineral Oil uno step fondamentale del loro processo di vendita. La questione  sembra ruotare attorno all’idea che il Mineral Oil ostruisca i pori della pelle e le impedisca di respirare e di svolgere la sua funzione di disintossicazione.
Questo è un concetto errato. La pelle non è un organo che respira; la pelle traspira e lo fa per regolare la temperatura del corpo. Il Mineral Oil non le impedisce di traspirare. Inoltre la pelle  ha un ruolo limitato nella disintossicazione. Solo alcune tossine vengono espulse con il sudore o attraverso le cellule morte;  ‪la vera disintossicazione avviene attraverso il fegato, mentre il più delle tossine viene smaltito con le urine.

Un’altra obiezione è che il Mineral Oil contiene impurità nocive. Le impurità a cui ci si riferisce sono di solito idrocarburi policiclici aromatici, detti anche IPA, e sono cancerogene. Il fatto è che ‪alcuni tipi di Mineral Oil sono utilizzati in applicazioni industriali, e solo questi tipi potrebbero contenere IPA.   ‪I livelli di IPA consentiti sono comunque stati ridotti e sono state sviluppate alternative sintetiche, quindi speriamo che anche questo problema sia ormai risolto. ‪Ma in ogni caso, non sarebbe rilevante per quanto riguarda la paraffina utilizzata in cosmetica o in farmaceutica, che è di tipo differente, nonchè sottoposta ad un processo di purificazione completo. Il Paraffinum Liquidum o Mineral oil non comporta rischi se usato nei prodotti per la cura personale, ma, come nel caso dell’utilizzo del tipo industriale (un tipo di paraffina non purificato), la sua capacità di formare una pellicola protettiva può essere nociva per organi come i polmoni. Se si vogliono comprendere i rischi di una sostanza, è necessario avere un’idea di come questa viene utilizzata, ma soprattutto in quali forme e come si comporta nelle differenti circostanze.

Quindi, per riassumere, la paraffina o Paraffinum Liquidum o Mineral oil è una sostanza perfettamente sicura sulla pelle.
Esistono comunque valide alternative. Ma, per chi ha una pelle sensibile o molto secca, il Paraffinum Liquidum potrebbe essere la scelta migliore.

Comments

comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


5 − = quattro

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>