Fondotinta Naked Skin di Urban Decay per un effetto naturale “pelle nuda”

Fondotinta naturale

Urban Decay è un brand americano amico degli animali, relativamente giovane ma di grande successo, con tante nuove idee e prodotti a dir poco geniali per la loro semplicità. Si pensi solo alle palette di ombretti Naked,e a come hanno conquistato anche le donne che non hanno mai usato ombretti.
Recentemente ho provato il fondotinta Naked Skin di Urban Decay. Confermo che questo fondotinta mantiene decisamente quello che il suo nome promette: un effetto naturale, nudo.
Mi ci è voluto un po’ di tempo per apprezzarlo, perché le prime volte che lo indossavo, mi sembrava di non indossare niente. Ho così iniziato a chiedermi che senso avesse metterlo. Non riuscivo a capire se effettivamente migliorava l’aspetto della mia pelle o meno. In realtà lo fa. Migliora la pelle rimanendo in un certo senso invisibile. Infatti quando dopo pochi minuti dall’applicazione, Naked Skin si asciuga, in un certo senso scompare  per lasciare una pelle molto naturale ma con un leggero effetto sfuocato che ne migliora l’aspetto senza farla sembrare truccata. Per questo motivo è un fondotinta per certi versi prodigioso. Ovviamente questa leggerezza lo rende ideale solo per chi ha una pelle abbastanza liscia, senza molte imperfezioni. Quindi se siete di quelle che fanno fatica ad uscire con la pelle nuda, ma non amano neanche un vero e proprio make-up, soprattutto di giorno, e desiderano un aspetto curato ma naturale, questo fondotinta decisamente potrebbe fare al caso vostro.

Fondotinta Naked Skin di Urban Decay

Naked Skin è un fondotinta liquido ma “asciutto“, per niente grasso. Dico “asciutto” perché è come se, dopo averlo applicato, il liquido del fondotinta evaporasse, lasciando sul viso una sensazione di leggerezza. Il finish è semi-opaco ma abbastanza luminoso. Quando dico semi-opaco non intendo quell’opacità spenta, tipica di alcuni fondotinta minerali. Mi riferisco più che altro a quell’effetto che si ha quando si ha appena lavato e asciugato il viso, e questo appare asciutto ma fresco.  La tenuta è davvero buona. Sulla mia pelle che si lucida facilmente e velocemente, ha resistito tutto il giorno, mantenendo bene anche il blush. Con Naked Skin non ho sentito l’esigenza di usare una cipria perché è molto asciutto. Potrebbe invece essere necessario un correttore: è un fondotinta troppo leggero per coprire le occhiaie da solo.
Urban Decay sostiene che Naked Skin si può applicare in più strati per una coprenza maggiore, ma secondo me, bisogna stare un po’ attente a non applicare il secondo strato su tutto il viso. L’effetto rischierebbe di diventare pesante e non sarebbe quello per cui questo fondotinta è stato pensato, ovvero un effetto “pelle nuda“. Quindi si potrebbe fare una seconda applicazione, se proprio necessario, solo su piccole zone del viso dove si ha qualcosa che deve essere coperto un po’ di più. Se si desidera una copertura media o alta, è meglio scegliere un fondotinta differente piuttosto che cercare di ottenerla con Naked Skin.

A me piace applicarlo con la spugnetta, ma rende molto bene anche con il pennello, in particolar modo con il Good Karma Optical Blurring Brush di Urban Decay, un pennello a setole sintetiche, creato apposta per questo fondotinta, ma che si può usare anche per il blush o per altri fondotinta, anche quelli in povere.  Di Naked Skin esistono 18 tonalità tra le quali è facile trovare quella giusta. La mia, la 2.0, inizialmente sulla mano mi sembrava un po’ rosata, ma sul viso è perfetta. Le nuance che terminano per “.o” sono dorate, mentre quelle che terminano per “.5” sono più rosate.

Pennello Optical blurring di Urban Decay

Naked Skin di Urban Decay costa euro 34,90 e il pennello Good Karma Optical Blurring Brush, 24,90 e sono in vendita da Sephora.

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Risolvi: *