I segreti per conservare al meglio cosmetici e make up

Come conservare i cosmetici

Quanto durano i cosmetici? Come si conservano perché non si rovinino?

La maggior parte dei cosmetici ha una data di scadenza, ma purtroppo non si tratta mai, o quasi, di una data precisa, ma, nel caso di creme, trucco e solari, si tratta più che altro di un tempo di utilizzo che parte nel momento in cui il flacone viene aperto per la prima volta ed è valido “in condizioni normali”. In questi casi l’ideale sarebbe scrivere con una penna sulla scatolina o sull’etichetta la data di apertura.

Ma cosa succede se il cosmetico non viene conservato in quelle che sono considerate le condizioni “normali” o corrette?

In realtà superare la data di scadenza non dovrebbe avere conseguenze negative sulla salute o provocare reazioni allergiche alla pelle. Quello che succede è che, trascorso il tempo di durata, non è garantito che le proprietà del cosmetico rimangano intatte, pertanto non è garantita la sua efficacia.

Creme, shampoo, sieri

Le creme, i sieri, i detergenti etc, in genere dovrebbero essere conservati tra i 15 e i 25 gradi centigradi. Tutti i prodotti cosmetici, prima di essere messi in commercio, vengono sottoposti a test di stabilità, durante i quali devono mantenere intatte le loro caratteristiche malgrado i continui e repentini  cambi di umidità e  di temperatura.
Quando un cosmetico viene sottoposto ad una temperatura che non riesce a sopportare, l’emulsione si rompe e le fasi di acqua e olio si separano. Se il prodotto cambia consistenza, si deteriorerà anche la molecola dell’attivo e non sarà più efficace.

Ovviamente è scontato che bisogna evitare di lasciare i cosmetici vicino ai termosifoni o a fonti di calore, o sotto la luce del sole o accanto a una finestra soleggiata. Inoltre bisogna sempre ricordare di chiudere bene i contenitori dopo aver utilizzato il cosmetico e, se si tratta di vasetti in cui bisogna inserire le dita per prelevare il prodotto, è bene assicurarsi di avere le mani pulite. Generalmente i vasetti di plastica sono meno adatti alla conservazione rispetto a quelli di vetro.

Solari

Le creme solari ormai sono studiate per riuscire a sopportare temperature piuttosto alte proprio perché vengono spesso usati e tenuti in spiaggia. Ad ogni modo, se ne avete la possibilità, cercate di tenerli all’ombra e comunque dentro una borsa da spiaggia o qualcosa del genere.

Make up

Le polveri compatte come  ombretti e blush non sono cosmetici a base di acqua e pertanto non ci sono in genere le condizioni per la contaminazione o lo sviluppo di batteri. Contengono però sostanze grasse per fissare i pigmenti e queste sono soggette a ossidazione. Se ciò dovesse accadere non ci sarebbero danni alla pelle, però il prodotto perderebbe le sue proprietà e l’applicazione non risulterebbe ben fatta.
Il vero rischio invece sta spesso nell’applicatore. Bisogna sempre ricordare di lavare pennelli e spugnette spesso e non condividerli con altri.

 

Smalti

Uno smalto ben chiuso e conservato in luogo fresco, può durare anche alcuni anni. Conviene però agitarlo di tanto in tanto. Inoltre se non lo si usa per molto tempo, prima di applicarlo conviene agitarlo energicamente e lasciarlo riposare per circa 30 minuti prima di usarlo.
Il calore potrebbe seccare lo smalto e se questo succede si può tentare di salvarlo aggiungendo l’apposito  fluidificante, possibilmente della stessa marca o acetone puro. E’ importante assicurarsi che l’acetone sia puro e non un qualunque prodotto a base di acetone, perché questi ultimi in genere sono arricchiti con sostanze leggermente idratanti che rovinerebbero lo smalto.

 

 

Comments

comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 6 = tre

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>