Il burro cacao crea dipendenza?

Burro cacao

Io non esco mai senza un burro cacao o un balsamo per labbra. Ne ho sempre uno sulla scrivania, uno in tasca, e uno sul comodino. Lo porto anche nella tasca della tuta quando vado in palestra. Insomma non posso vivere senza! E’ possibile essere dipendenti dal burro cacao proprio come se fosse una droga?  Molti appassionati utilizzatori come me, si sono fatti questa domanda. Negli Stati uniti è un argomento talmente popolare che esiste persino un sito web dal nome inquietante lipbalmanonymous.com, che cerca di venire a capo della faccenda. Sembra quasi uno scherzo, ma questa storia ha qualche fondamento. Vediamo di capire perché.


Dipendenza da burro cacao

La pelle è un organo molto complesso e composto di molti strati. Lo strato più esterno, lo strato corneo, consiste soprattutto di cellule morte e inaridite. Quando queste cellule muoiono e si sfaldano, mandano allo strato più profondo della pelle, lo strato basale o germinativo, un segnale, per far sì che vengano prodotte nuove cellule piene di acqua, pronte a viaggiare verso la superficie con il loro carico di idratazione. Questa è una descrizione molto semplificata di quello che si chiama processo di ricambio cellulare.
Quando applichiamo il balsamo sulle nostre labbra, creiamo una barriera che previene o, almeno ritarda, l’evaporazione dell’umidità dagli strati più profondi della pelle: visto che lo strato superiore non si secca, lo strato basale non riceve più il segnale di produrre nuove cellule e si mette a “riposo”. Ma quando l’effetto del balsamo svanisce,  le nostre labbra si seccano istantaneamente e lo strato basale deve d’un tratto “risvegliarsi dal riposo” e mettersi a produrre nuove cellule. Noi, nel frattempo, iniziamo a sentire la fastidiosa secchezza delle labbra, e applichiamo nuovamente il balsamo, che, ancora una volta, dice agli strati profondi della pelle che in superficie va tutto bene e non abbiamo bisogno di nuove cellule e possono tornare a “riposare”.
Il ciclo si ripete all’infinito. Una volta che il balsamo ha esaurito il suo effetto e non ci sono più cellule nuove idratanti per rimpiazzare quelle che stanno morendo, le nostre labbra ricominciano a sentire la secchezza e dobbiamo riapplicare il balsamo. E così via. Questo è il motivo per cui ci sentiamo dipendenti dal balsamo per labbra. Abbiamo abituato il nostro corpo a contare su di lui.
In conclusione non si tratta di una vera dipendenza in senso medico, ma se abituiamo il nostro corpo a contare sul burro cacao, sarà difficile farne a meno.

E’ successo anche a voi di sentirvi dipendenti dal burro cacao?

Comments

comments

2 Commenti Il burro cacao crea dipendenza?

  1. Ariel

    Articolo utilissimo. io ho una vera dipendenza da burrocaco e sinceramente non la sopporto affatto perché odio tutte le dipendenze, ragione percui non fumo. Il problema è che quando smetto di applicare il burrocaco le labbra non solo si seccano (e sarebbe pure normale) ma diventano rosse da bruciare e iniziano a lacerarsi nel giro di poche ore! Non so davvero come fare per smettere. .. ho iniziato a usare prodotti naturali pensando che possano aiutarmi ed effettivamente ho ridotto l’uso, ma non riesco proprio a farne a meno, consigli? Non credo che sia solo un fatto psicologico, la pelle è “abituata” al burrocacao e non applicarlo più comporta un trauma.. :(

    Rispondi
    1. Redazione

      Ciao Ariel, ultimamente io uso il balsamo Reve de Miel di Nuxe e lo trovo ottimo. Lo uso la notte prima di andare a dormire e la mattina prima di uscire e le mie labbra restano idratate tutto il giorno.

      Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ sette = 15

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>